Allergia alle Graminacee

pubblicato in: Graminacee | 0

Allergia alle Graminacee

 

Le allergie alle Graminacee rientrano a pieno titolo tra le così dette allergie alimentari che colpiscono una buona parte della popolazione. Una percentuale compresa tra il 10% ed il 15% della popolazione italiana è affetta da allergia alle graminacee.

Quali sono le cause che scatenano la reazione allergica?

Qual’è la sintomatologia di tale disturbo?


Che cosa sono le Graminacee?

 

Le Graminacee sono una famiglia di piante largamente diffuse in tutto il globo. Esse costituiscono l’elemento fondamentale di quasi tutte le distese erbose: pascoli, savana, praterie e steppe ; ma sono presenti anche in città.

Alla famiglia delle Graminacee appartengono anche molti cereali come: orzo, grano, segale, avena, mais, riso …

Le Graminacee in determinati periodi dell’anno ovvero durante la loro fioritura producono dei pollini che fortemente allergenici.

 

 

La causa dell’allergia alle Graminacee

Ma cos’è l’allergia alle Graminacee?

L’allergia è classificabile come una eccessiva reazione di difesa del nostro sistema immunitario ad una sostanza che erroneamente il nostro organismo classifica come nemica: nello specifico i pollini delle Graminacee.

L’errore di valutazione della sostanza avviene all’atto dell’introduzione della stessa nel nostro corpo e non solo viene erroneamente classificata come nemico, ma ne viene anche sopravvalutata la dannosità. La conseguenza è una sproporzionata reazione di difesa del sistema immunitario che provoca danni e fastidi al nostro organismo.

I sintomi della reazione allergica

I sintomi delle allergie più comuni sono: starnuti e secrezioni nasali abbondanti, arrossamento degli occhi, tosse ed asma, arrossamento e gonfiori cutanei, stanchezza.  

Come curare l’allergia?

La cura dell’allergia prevede la somministrazione di antistaminici per curare i sintomi e di cortisone in casi più gravi; inoltre è prevista una terapia che consiste nella somministrazione per via sottocutanea dell’allergene ( i pollini della Graminacee) in dosi via via crescenti, tale terapia è conosciuta con in nome di vaccino.

Lascia una risposta